La Convention di Non prendermi per il Chilometro

Da nove anni Alfredo Bellucci, commerciante di auto torinese, denuncia le truffe nel settore delle vendite di vetture usate. Raggiri praticati da colleghi disonesti che truccano il contachilometri. generando un giro d'affari illeciti da oltre 2 miliardi di euro all'anno.

Nel 2014 ha svelato questi retroscena nel suo libro «Non prendermi per il chilometro» e un servizio di Matteo Viviani per la trasmissione televisiva «Le Iene», ha rilanciato a livello nazionale il fenomeno degli illusionisti del contachilometri.

Non prendermi per il chilometro oggi è diventato un network di rivenditori certificati e una community di 300 mila automobilisti che da Torino si è allargata in tutta Italia.

Alla convention organizzata nel Castello della Rovere, a Vinovo, Bellucci e la «iena» Matteo Viviani, si sono incontrati per la seconda volta, dopo la messa in onda della puntata nel 2014: «Vedo truffe anche più gravi - ha detto Viviani -, ma questa fa davvero indignare perché colpisce chi ha poche risorse»

La galleria di foto resta a ricordo dei bei momenti, degli incontri e scambi interessanti e dell'energia generale del nostro network di rivenditori, orgogliosi del loro lavoro, come dei valori condivisi.

Condividi